0

Appuntamenti
Fino al 23 febbraio è possibile prenotare la ricerca di marketing Green Oriented.

Green Oriented consente di conoscere quali sono gli effetti che le politiche green dell’impresa e dei concorrenti producono sulla capacità competitiva e sui risultati di vendita, oggi e nel prossimo futuro.

È un modello di ricerca originale, progettato e applicato da FIVE, Fabbrica Iniziative Vincenti Ecosostenibili (Gruppo Atlantide) direttore della ricerca Bruno Patierno.

La ricerca sarà realizzata per ciascun Committente, secondo un
calendario concordato, nel periodo 20 marzo-20 giugno.



La ricerca, realizzata ad hoc per ogni Committente, risponde ad un’esigenza sempre più diffusa. Con il crescere della sensibilità delle persone verso la sostenibilità ambientale imprese e enti stanno dimostrando maggiore attenzione verso questi temi, studiando e realizzando prodotti, servizi, iniziative “Green Oriented” ed è importante conoscere quali sono gli effetti delle proprie scelte e di quelle dei concorrenti sulla reputazione, sulle vendite, sulle prospettive future.

Per prenotazioni e info: bruno@gruppoatlantide.it
0

News
Il percorso turistico archeologico “la Via dell’Oro Giallo“, selezionato per partecipare al World Tourism Event, l’annuale Salone Mondiale del Turismo legata ai “beni patrimonio dell’umanità” ha rappresentato la prima presenza assoluta di Gela, Piazza Armerina, Aidone, Enna a questa importantissima manifestazione. Ospite del padiglione della Regione Sicilia che ha scelto il percorso tra le eccellenze da proporre al turismo internazionale anche nel suo sito dedicato VisitSicily.
L’edizione di quest’anno del WTE si è tenuta a Torino dal 21 al 23 settembre.
A rappresentare la Via dell’Oro Giallo a Torino anche Bruno Patierno, coordinatore del progetto, e Claudia Faverio, responsabile della comunicazione.



“E’ stata l’occasione per presentare il percorso, ha detto Claudia Faverio, oltre che ad agenzie e tour operator italiani, anche a tour operator provenienti da Cina, Norvegia, Svezia, Finlandia, Danimarca, Spagna, Francia, Belgio, Olanda, Germania, Austria, Svizzera, Israele, Regno Unito, Stati Uniti e Giappone, riscuotendo grande interesse per mete in parte poco conosciute e che si prestano ad un turismo archeologico di qualità”.


“La Via dell’Oro Giallo è stato realizzato nell’ambito del progetto GelaleRadicidelFuturo, ha detto Bruno Patierno, grazie all’indispensabile collaborazione con i Comuni interessati e con il Parco Archeologico di Gela e con il sostegno di Eni. Un ringraziamento particolare va alla coordinatrice scientifica dell’itinerario, Serena Raffiotta. Il Salone è una tappa importante a cui altre ne seguiranno per dare sempre maggior valore ad un territorio che merita l’attenzione che ha ricevuto anche in questa sede.”


Tra gli ospiti del Salone anche Salvatore Collura del Parco Archeologico di Gela che ha illustrato le prossime aperture del Museo della Nave e del rinnovato Museo Archeologico di Gela.

Guarda il video su YouTube

La via dell’Oro Giallo propone una visita a punti d’interesse che si sviluppano nei territori di Gela, Piazza Armerina, Aidone ed Enna ripercorrendo la via del grano, dell’Oro Giallo appunto, le cui coltivazioni sin dall’epoca greca hanno ricoperto questo territorio caratterizzandone l’economia e la vita sociale. Da queste abitudini nacquero miti e credenze che ancora oggi vivono nelle tradizioni, attraverso celebrazioni dedicate.
La via dell’Oro Giallo mette in connessione alcuni dei siti storici e archeologi più noti e apprezzati della Sicilia con punti d’interesse di straordinario valore ancora poco conosciuti offrendo al visitatore un’esperienza unica.
L’itinerario parte dal mare per arrivare sulle colline dell’interno dell’isola, alternando un paesaggio caldo dai colori pastello a una fitta flora dal clima meno mite, un percorso che attraversa tesori archeologici e panorami di straordinaria bellezza.


0

Appuntamenti
Fino al 20 novembre è possibile prenotare la ricerca di marketing Green Oriented che sarà realizzata nelle date concordate con ciascun Committente nel periodo gennaio-febbraio 2024.

Green Oriented consente di conoscere quali sono gli effetti che le politiche green dell’impresa e dei concorrenti producono sulla capacità competitiva e sui risultati di vendita, oggi e nel prossimo futuro.



La ricerca, realizzata ad hoc per ogni Committente, risponde ad un’esigenza sempre più diffusa. Con il crescere della sensibilità delle persone verso la sostenibilità ambientale imprese e enti stanno dimostrando maggiore attenzione verso questi temi, studiando e realizzando prodotti, servizi, iniziative “Green Oriented” ed è importante conoscere quali sono gli effetti delle proprie scelte e di quelle dei concorrenti sulla reputazione, sulle vendite, sulle prospettive future.

Qui la presentazione del modello di ricerca Green Oriented.

Per prenotazioni e info: brunopatierno@icloud.com
0

Appuntamenti
Agli inizi di luglio sarà presentato in anteprima assoluta a Gela, in una serata dedicata, il film “Lo Sbarco” (2023; durata 30’), prodotto da Jacopo Fo srl (Gruppo Atlantide) con il sostegno di Eni e il patrocinio della città di Gela.

Regia di Iacopo Patierno, già autore tra l’altro della pluripremiata web serie “Italia Sicilia Gela”.

“Lo Sbarco”, un film destinato al circuito dei festival internazionali, sarà trasmesso sul sito e i social di Gela Le Radici del Futuro e in tv l’8 e il 10 luglio, in prima serata, sull’emittente Retechiara; poi, il 27 settembre, nell’aula magna dell’Istituto Morselli di Gela, l’Istituto da cui provengono studentesse e studenti che hanno contribuito alla sua realizzazione.



Il film segue un gruppo di studentesse e studenti in veste di esploratori della memoria e ricercatori di messaggi di pace. Si immergono nella città di Gela, in Sicilia, alla ricerca della memoria che conserva il tessuto cittadino riguardo all’operazione Husky, lo sbarco delle truppe alleate a Gela avvenuto il 10 luglio 1943, durante la Seconda Guerra Mondiale, un passaggio decisivo per la caduta del fascismo prima e del nazismo poi.

Attraverso le interviste effettuate a cittadine e cittadini, a testimoni dell’epoca, a esperti storici il film indaga il rapporto di quell’evento con i temi di pace e guerra; approfondisce l’impatto che la guerra ha avuto sulla città e sulle persone, sia a livello individuale che collettivo; riprende e registra ricordi e memorie preziosi.

Visitando i luoghi simbolo dei combattimenti nella piana di Gela e sul lungomare, gli esploratori della memoria provano ad immaginare come doveva essere vivere in quel contesto di guerra, impersonificano gli abitanti dell’epoca ed esprimono cosa potessero provare al momento dello sbarco.

Il film esamina anche come la memoria storica possa influenzare il futuro di una città e dei suoi abitanti, stimolare una riflessione sul tema della pace e della guerra al giorno d’oggi.

Quello che “Lo Sbarco” propone è un viaggio tra memoria storica e vita contemporanea; le strade e i molti luoghi nel perimetro adiacente alla città portano ancora i segni dei combattimenti del 1943. Le persone di Gela lo vivono come un evento lontano e ormai superato, irripetibile? Quali insegnamenti è possibile trovare da quell’evento al giorno d’oggi? E’ possibile trasmettere l’emozione e il senso di urgenza riguardo alla necessità di preservare la memoria storica e di lavorare per la pace?



“Lo Sbarco” è un film realizzato nell’ambito del progetto Gela Le Radici del Futuro, coordinato da Jacopo Fo e Bruno Patierno, con il sostegno di Eni e il patrocinio della città di Gela.


Per info:
info@gelaleradicidelfuturo.it

E’ possibile seguire il progetto anche su Facebook, Instagram, YouTube.

Le foto:
Foto 1 Marco di Buono effettua delle riprese presso un bunker
Foto 2 Il regista Iacopo Patierno assieme a Cristoforo Ventura, uno dei custodi delle memoria
Foto 3 Giulio Messina, uno dei protagonisti del film

Foto di Erika Pelligra
0

Appuntamenti
Fino al 2 giugno è possibile prenotare la ricerca di marketing Green Oriented.

Green Oriented consente di conoscere quali sono gli effetti che le politiche green dell’impresa e dei concorrenti producono sulla capacità competitiva e sui risultati di vendita, oggi e nel prossimo futuro.

È un modello di ricerca originale, progettato e applicato da FIVE, Fabbrica Iniziative Vincenti Ecosostenibili, direttore della ricerca Bruno Patierno.



La ricerca, realizzata ad hoc per ogni Committente, risponde ad un’esigenza sempre più diffusa. Con il crescere della sensibilità delle persone verso la sostenibilità ambientale imprese e enti stanno dimostrando maggiore attenzione verso questi temi, studiando e realizzando prodotti, servizi, iniziative “Green oriented” ed è importante conoscere quali sono gli effetti delle proprie scelte e di quelle dei concorrenti sulla reputazione, sulle vendite, sulle prospettive future. 

Qui la presentazione del modello di ricerca Green Oriented. 

Per prenotazioni e info: brunopatierno@icloud.com
0

News

Domenica 30 aprile Speciale TG1 ha ospitato in prima assoluta Man Kind Man (Italia, 2021) – un film di Iacopo Patierno. Secondo i dati Auditel il film, andanto in onda a partire dalle 23:50, è stato seguito da 426.000 spettatori!
Per chi lo vuole vedere o rivedere il film, Man Kind Man è ora disponibile su Raiplay

Prodotto da Jacopo Fo Film in collaborazione con Rai Cinema, con il sostegno di Regione Campania, in collaborazione con Campania Film Commission.



Man Kind Man: 3 uomini, 2 tartarughe, un modo da salvare.

Man Kind Man è l’affermazione di chi lotta contro un flusso di eventi che sembra inarrestabile. Due tartarughe Caretta Caretta vengono ritrovate spiaggiate sul litorale laziale e trasportate d’urgenza all’ospedale per tartarughe marine Anton Dhorn di Portici. Mentre si accudiscono le tartarughe, con la speranza di liberarle in primavera, Luca raccoglie la sabbia nel golfo di Napoli e cerca di ripulirla dalla terra rimasta dopo una gara di motocross. Una pagaia entra nelle acque cristalline del fiume Sarno, è Aniello, che spinge il suo kayak verso i primi segni di rifiuti abbandonati abusivamente. Franco contempla il mare e raccoglie due petali di plastica trovati sulla spiaggia, è il materiale che usa per creare le sue installazioni.

Tutto vero o le due tartarughe stanno sognando?

Man Kind Man (qui il dossier) ha vinto il premio del pubblico al Biografilm Festival 2021, il premio della giuria giovane e menzione speciale della giuria di qualità al Pianeta Mare Film Festival 2022, l’Efesto d’Oro 2022 e il primo premio al Clorofilla Film Festival 2022.

Il regista Iacopo Patierno ha già diretto tra l’altro il documentario “We call It Skwee” (Svezia, 2009); la web serie “Il Teatro fa Bene” (Italia, 2016), vincitrice dell’Hollyweb Fest di Hollywood; Il film Wiwanana (Mozambico/Italia, 2017) menzione speciale della giuria del Festival del cinema Africa, Asia, America Latina; le tre stagioni della web serie “Italia Sicilia Gela” (Italia, 2018-2020) vincitrice in 7 festival internazionali; il film “Due Ma Non Due” (Italia, 2021), vincitore del Log To Green Movie Award; la web serie “Cuori Lucani” (Italia, 2022), vincitrice del Roma Short Film Festival, dell’Apulia Web Fest e del Tuscany Web Fest.

0

Appuntamenti
Da oggi e fino al 3 febbraio è possibile prenotare una ricerca Green Oriented che potrà essere realizzata, per ciascun Committente, a partire da marzo.

Il modello di ricerca di marketing “Green Oriented” consente di conoscere quali siano gli effetti che le politiche green dell’impresa e dei concorrenti producono sulla capacità competitiva e sui risultati di vendita, oggi e nel prossimo futuro.

È un modello di ricerca originale, progettato e applicato da FIVE, Fabbrica Iniziative Vincenti Ecosostenibili, direttore della ricerca Bruno Patierno.



La ricerca, realizzata ad hoc per ogni Committente, risponde ad un’esigenza sempre più diffusa. Negli ultimi anni sempre più imprese e enti stanno dimostrando maggiore attenzione verso i temi della sostenibilità ambientale e sociale, studiando e realizzando prodotti, servizi, iniziative “Green Oriented” ed è importante conoscere quali siano gli effetti delle proprie scelte e di quelle dei concorrenti.

Qui la presentazione del modello di ricerca Green Oriented.

Per info:
Bruno Patierno
Direttore della ricerca
(+39)3294876590
bruno@gruppoatlantide.it
0

Appuntamenti
Il 6 dicembre 2022 è stato l’ultimo giorno per prenotare una ricerca “Green Oriented” per l’inizio del 2023.
Per tutti coloro che non hanno potuto l’appuntamento è a gennaio 2023, quando sarà possibile prenotare una ricerca “Green Oriented” per marzo-aprile.

Il modello di ricerca di marketing “Green Oriented” consente di conoscere quali siano gli effetti che le politiche green dell’impresa e dei concorrenti producono sulla capacità competitiva e sui risultati di vendita, oggi e nel prossimo futuro.

È un modello di ricerca originale, progettato e applicato da FIVE, Fabbrica Iniziative Vincenti Ecosostenibili, direttore della ricerca Bruno Patierno.



La ricerca, realizzata ad hoc per ogni committente, risponde ad un’esigenza sempre più diffusa tra imprese e enti. Negli ultimi anni sempre più imprese e enti stanno dimostrando maggiore attenzione verso i temi della sostenibilità ambientale e sociale, studiando e realizzando prodotti, servizi, iniziative “Green Oriented” ed è importante conoscere quali siano gli effetti delle proprie scelte e di quelle dei concorrenti.

Qui la presentazione del modello di ricerca Green Oriented.

Per info:
Bruno Patierno
Direttore della ricerca
(+39) 329 4876590
bruno@gruppoatlantide.it
0

News
Gran finale di 2022 per il film Man Kind Man e il suo regista, Iacopo Patierno.



Man Kind Man, regia, soggetto e sceneggiatura di Iacopo Patierno, dopo aver vinto il Biografilm Festival, il Pianeta Mare Film Festival e aver ricevuto l’Efesto d’Oro 2022 ora ottiene il primo premio al Clorofilla Film Festival, il festival cinematografico organizzato annualmente da Legambiente dedicato ai film attenti alle tematiche della sostenibilità.



E ora Man Kind Man supera i confini nazionali. Gli spettatori statunitensi e del Regno Unito d’ora in poi potranno vedere il film su Prime Video, la piattaforma ha infatti deciso di inserire il film nel suo catalogo in Usa e UK. I diritti di trasmissione del film in Italia sono invece stati acquisiti da Rai Cinema.



Per raccontare di cosa parli Man Kind Man riportiamo la motivazione dell’assegnazione dell’Efesto d’Oro.

IACOPO PATIERNO, regista e sceneggiatore, con il suo lungometraggio MAN KIND MAN (Jacopo Fo Film/Gruppo Atlantide e Rai Cinema 2021) ha realizzato, e regalato agli spettatori, un lavoro dedicato al mare e una visione che fa riflettere sulle contraddizioni dell’uomo, che con una mano distrugge l’ambiente in cui vive e con l’altra vuole salvarlo.

Due tartarughe marine Caretta Caretta, ritrovate spiaggiate sul litorale laziale, vengono trasportate d’urgenza all’ospedale delle tartarughe marine Anton Dohrn di Portici e qui vengono curate con la speranza di essere liberate in primavera mentre nel golfo di Napoli Luca raccoglie della sabbia e cerca di pulirla dalla terra lasciata da una gara di motocross; Aniello con la sua pagaia entra nelle acque del fiume Sarno e si dirige verso i primi scarichi abusivi; Franco, tuffandosi nell’acqua cristallina, ci ricorda che il mare è Madre – nasciamo dall’acqua primordiale – ci accudisce, ci calma e con il suo inevitabile fluire rigenera.

Tematiche estremamente urgenti e attuali e su cui Patierno, con un ritmo perfetto tra la realtà e la sensibilità che lo contraddistingue, parte dalle sue radici, non nasconde le contraddizioni ma le filma per come sono e ci regala con la sua cinepresa ed il suo racconto un obiettivo, una soluzione o un’opzione: possiamo scegliere chi e come vogliamo essere, con la consapevolezza che il benessere e la vita di ogni vivente sono imprescindibilmente legati al rispetto che daremo a noi stessi e a questo infinito e meraviglioso condiviso Ambiente che è l’Universo.
0