News


Italia Sicilia Gela
continua a raccogliere consensi nei festival internazionali.

Nell’ultimo periodo la web serie è stata ammessa nelle selezioni ufficiali di:

– Apulia web fest (Italia)
– Bueiff web series festival (Argentina)
– Cusco webfest (Perù)
– Miami Web Fest (USA)
– Tokio Lift-Off Film Festival (Giappone)



ITALIA SICILIA GELA si conferma ulteriormente come la web serie italiana che ha riscosso da sempre il maggiore successo nei festival internazionali, dove ha già vinto 7 premi come migliore web serie dell’anno ed è stata selezionata in altri 36 festival

Sul sito del progetto gelaleradicidelfuturo.com è possibile vedere integralmente e gratuitamente tutte le 21 puntate delle tre stagioni.

Finora ITALIA SICILIA GELA ha raggiunto oltre 2.165.000 visualizzazioni ed è stata selezionata e premiata in Europa, Nord e Sud America, Asia, Oceania

Gli stati in cui è stata selezionata o premiata sono indicati nella mappa.


ITALIA SICILIA GELA racconta Gela attraverso la voce di 21 protagonisti che danno uno spaccato inconsueto della città rispetto alla percezione che se ne ha comunemente, rivelando assieme ai suoi problemi le straordinarie bellezze e potenzialità che racchiude e le storie straordinarie di persone impegnate a realizzare con passione i propri sogni, superando le difficoltà.
Storie che parlano di una città in particolare, Gela, ma ben rappresentano simbolicamente la Sicilia nel suo insieme e tutta l’Italia, combattuta tra arretratezze storiche ed enormi opportunità.

Prodotta da Jacopo Fo Film (Gruppo Atlantide) con la regia di Iacopo Patierno, la web serie si inserisce nel progetto Gela Le radici Del Futuro, coordinato da Jacopo Fo e Bruno Patierno, realizzato con il sostegno di Eni e il patrocinio del Comune di Gela.

Per informazioni sul progetto è possibile consultare anche gelawelcome.it, inviare un whatsapp al (+39)320412794 oppure scrivere a info@gelaleradicidelfuturo.com.
0

News
Il docufilm “Due Ma Non Due”, girato in Alta Val d’Agri e in Val Camastra dal regista Iacopo Patierno su un soggetto scritto da Federica Sozzi, è visibile dall’11 maggio online gratuitamente sul sito cuorebasilicata.it.
Due Ma Non Due ha già vinto nell’ambito del Festival di Venezia 2021 il premio “Log To Green Movie Award” riservato al film dell’anno che meglio rappresenta storie di sostenibilità e solidarietà sociale ed è stato nella selezione ufficiale nella settima edizione del Festival Internazionale del documentario “Visioni dal Mondo” che si è svolta a Milano a settembre 2021.



“Un artista in esilio in cerca di un muro da dipingere per smuovere la comunità, un ranch in cui i cavalli fanno terapia agli uomini e un allevamento di mucche che danno il latte solo se accanto hanno il loro vitello”.

“Due Ma Non Due” racconta l’Alta Val d’Agri e la Val Camastra, dove si intrecciano le storie di persone accomunate dall’impegno a dare valore alla propria vita, dando il meglio di sé. I protagonisti, Rodrigo, Benedetta, Giovanni, Maria e Nicola, hanno un legame profondo con la loro terra e la consapevolezza che la vera libertà non è assenza di limitazioni, ma la capacità di non arretrare mai di un solo passo. Il regista è giunto per la prima volta in Val d’Agri in occasione di un corso di teatro di Jacopo Fo e Mario Pirovano per le compagnie teatrali della zona. “Mi sono meravigliato – racconta Iacopo Patierno – la prima volta che ho girato l’alta Val D’Agri, non avevo idea che fosse così bella e ricca di natura e soprattutto di persone che, silenziosamente, non si arrendono alla ripetibilità della vita moderna e lottano per migliorare non solo la propria condizione, ma la concezione stessa del territorio, uno sforzo rivolto soprattutto verso i propri concittadini”. Entusiasta del suo lavoro, il regista spiega come “gli elementi visivi che trasportano lo spettatore sono le componenti naturali che circondano la Val D’Agri: il volo dei rapaci in picchiata verso la pianura; i cavalli liberi del D’Arago Ranch, sentiamo i loro zoccoli rincorrersi sull’erba, mentre Rodrigo è in cerca del tassello mancante nella propria vita”. Per il regista “c’è un legame costante tra i personaggi e l’ambiente nel quale sono inseriti, spesso la natura fa da eco alle loro emozioni”. “È un documentario – precisa Patierno – immersivo, abbiamo passato molto tempo con i protagonisti, il tempo necessario affinché la macchina da presa non fosse percepita come un filtro tra loro e la crew video, ma uno strumento con cui comunicare reciprocamente”. “Ogni personaggio, senza volerlo, ci ha indicato – aggiunge il regista – come essere ripreso, non è stato un confronto verbale ma una sinergia che ha accompagnato tutte le riprese. Ne risulta alla fine un film collettivo in cui personaggi e crew video trovano un terreno comune di dialogo e creazione”.

Due Ma Non Due, prodotto da Jacopo Fo Film (Gruppo Atlantide) è stato realizzato nell’ambito del progetto CuoreBasilicata.it coordinato da Jacopo Fo e Bruno Patierno, con il sostegno di Eni e il patrocinio della Lucana Film Commission e di Comuni dell’area.

0

Appuntamenti
MAN KIND MAN (Italia, 2021, regia di Iacopo Patierno), già vincitore dell’Audience Award – Biografilm Italia 2021 è stato selezionato per la prima edizione di Verde Giffoni, la nuova avventura dello storico Giffoni Film Festival che da quest’anno apre uno spazio dedicato a film su tematiche green.
https://www.giffonifilmfestival.it/verdegiffoni
La proiezione è prevista per la giornata finale del Festival, il 30 aprile, con un ampio spazio dedicato anche al confronto tra il regista e il pubblico.


Dalla Campania alla Corea del Sud:
Man Kind Man è stato selezionato nella sezione competitiva internazionale del Seoul International Eco Film Festival, il festival cinematografico di tematiche ambientali più importante in Asia https://sieff.kr/
Il festival si terrà a inizio Giugno.


Man Kind Man narra di due tartarughe marine Caretta Caretta, ritrovate spiaggiate nel litorale laziale, trasportate d’urgenza nell’ospedale delle tartarughe marine di Portici. Sono due degli oltre 150.000 esemplari che ogni anno restano intrappolati nelle reti da pesca nel mar Mediterraneo, circa 40.000 dei quali muoiono. Mentre le due tartarughe vengono curate, Luca raccoglie sabbia nel golfo di Napoli e cerca di pulirla dalla terra lasciata da una gara di motocross. La sabbia è la materia con cui realizza i suoi quadri. Una pagaia entra nelle acque cristalline del fiume Sarno: è Aniello che spinge il suo kayak verso i primi scarichi abusivi. Franco contempla il mare e raccoglie due petali di plastica trovati in spiaggia per il suo personale museo. Tre uomini, due tartarughe, un mondo da condividere. Man Kind Man è la testimonianza di chi lotta contro eventi che sembrano fluire inarrestabili.

Qui il trailer del film https://vimeo.com/355995647

Info sul film, dossier e poster alla pagina https://www.iacopopatierno.com/man-kind-man/

Man Kind Man è prodotto da Jacopo Fo Film (Gruppo Atlantide), con il contributo di Regione Campania, in collaborazione con Rai Cinema e Fondazione Film Commission Campania; con il patrocinio di Stazione Zoologica Anton Dohrn, Area Marina Protetta Punta Campanella, Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni, Ente Nazionale Protezione Animali.

Man Kind Man è disponibile in streaming a pagamento sulla piattaforma
https://partecipa.zalab.org/man-kind-man/
0

Appuntamenti
Gela antica, la New York del Mediterraneo”, il documentario animato realizzato da Jacopo Fo Film (Gruppo Atlantide) con il patrocinio del Comune di Gela e il sostegno di Eni, sarà disponibile in visione gratuita sul web, in quattro puntate, ogni venerdì a partire da venerdì 18 marzo sul sito gelaleradicidelfuturo.it e sui canali social del progetto.
La diffusione nel web consentirà a tutti, in Italia e all’estero, di vedere il documentario animato che sarà disponibile con sottotitoli sia in italiano sia in inglese.

La proiezione on line segue la prima assoluta che si è tenuta sabato 12 presso il Teatro Eschilo di Gela. Una prima molto partecipata: al regista Jacopo Fo, collegato in remoto, gli spettatori, in particolare i giovanissimi, hanno posto una lunga serie di domande sul documentario, sul modo in cui è stato realizzato e sulla seconda parte del documentario la cui uscita è prevista per dopo l’estate.


Per l’Assessore di Gela Cristian Malluzzo: “La scelta di utilizzare la tecnica del documentario animato per rappresentare le origini di una città fondata oltre 2.700 anni fa è geniale, perché consente anche ai più giovani di approcciarsi a temi importanti e poco conosciuti”.

Per Bruno Patierno, coordinatore del Gruppo Atlantide: “Il documentario animato è una nuova ulteriore tappa nella diffusione della conoscenza, in Italia e nel mondo, di un territorio che ha un eccezionale patrimonio anche dal punto di vista storico e archeologico. La scelta di questa forma di comunicazione segue lo straordinario successo avuto da Italia Sicilia Gela, regia di Iacopo Patierno, la web serie italiana che ha avuto il maggior successo a livello internazionale e che quest’anno sarà sui canali televisivi anche negli Usa e in Canada”.


Gela antica. La New York del Mediterraneo.
Chi abitava la piana di Gela 10 mila anni fa?
C’erano ancora gli elefanti, gli ippopotami e i rinoceronti?
E da dove arrivarono i primi esseri umani.
2500 anni fa Gela era una grande potenza marinara,
camminando per il mercato potevi incontrare Eschilo,
Euclide e i Pitagorici… Nel grande anfiteatro gli attori
volavano appesi ai fili.
La falange gelese e le triremi da guerra seminavano il terrore
per mare e per terra.
E il cotone gelese era il sogno delle
nobildonne egiziane.
Il cartone animato di Jacopo Fo e Dario Scaramuzza che racconta
quello che al cinema non ti hanno mai fatto vedere.

Gela antica, la New York del Mediterraneo. Dal 18 marzo online su gelaleradicidelfuturo.it


Fonte foto in alto Comune.gela.cl.it
0

News
Il 2022 si apre con una buona notizia: la web serie Italia Sicilia Gela parteciperà alla finale della “Web Series World Cup 2022“, la selezione delle migliori web serie internazionali promossa ogni anno dai principali festival mondiali del settore. 

Dal 2015, anno di nascita della Web Series World Cup, è la prima volta per una web serie italiana.



La notizia è di questi giorni e rappresenta un ulteriore riconoscimento per la web serie che è stata già finalista in festival di tante parti del mondo ed è diventata la web serie italiana più premiata a livello internazionale



Italia Sicilia Gela, regia di Iacopo Patierno, attraverso 3 stagioni di 7 episodi ciascuna, racconta Gela, una delle città più contraddittorie d’Italia, attraverso le storie di altrettanti abitanti che danno uno spaccato insolito della percezione della città, descrivendo insieme le difficoltà da superare e le enormi opportunità offerte dal territorio e dalla storia. Gela è una metafora dei problemi e delle potenzialità della Sicilia e di tutta l’Italia. Da qui il nome della web serie “Italia Sicilia Gela”. La prima stagione ci ha fatto scoprire Gela attraverso storie esemplari di suoi abitanti, la seconda è stata centrata sulla sua grande cultura gastronomica, la terza su come ci si diverte a Gela. 



Tutte le 3 stagioni sono disponibili gratuitamente su www.gelaleradicidelfuturo.com, il sito del progetto che Jacopo Fo srl (Gruppo Atlantide) sta realizzando con il coordinamento di Jacopo Fo e Bruno Patierno, il sostegno di Eni e il patrocinio del Comune di Gela

Qui i trailer delle 3 stagioni: 

Stagione 1
Stagione 2
Stagione 3

Per ulteriori informazioni sulla web serie e sul progetto Gela le Radici del Futuro: 

Whatsapp: +39 320 412 2974
Email: info@gelaleradicidelfuturo.com
0

News

Il docufilm “Due Ma Non Due“, girato interamente in Alta Val d’Agri e in Val Camastra dal regista Iacopo Patierno su un soggetto scritto da Federica Sozzi, sbarca anche all’atteso appuntamento cinematografico di fine anno, il Festival “Capri, Hollywood” che si terrà a Capri dal 26 dicembre al 2 gennaio.
In occasione della rassegna il film sarà online sulla piattaforma www.mymovies.it e sarà disponibile gratuitamente in tutto il mondo dal 28 al 30 dicembre per i primi 300 spettatori. 
Due Ma Non Due ha già vinto a Venezia 2021 il premio “Log To Green Movie Award” riservato al film dell’anno che meglio rappresenta storie di sostenibilità e solidarietà sociale ed è stato nella selezione ufficiale nella settima edizione del Festival Internazionale del Documentario “Visioni dal Mondo” che si è svolta a Milano a settembre.


“Un artista in esilio in cerca di un muro da dipingere per smuovere la comunità, un ranche in cui i cavalli fanno terapia agli uomini e un allevamento di mucche che danno latte solo se accanto hanno il loro vitello”. 

Due Ma Non Due” racconta l’Alta Val D’Agri e la Val Camastra, dove si intrecciano le storie di persone accomunate dall’impegno a dare valore alla propria vita, dando il meglio di sé. I protagonisti, Rodrigo, Benedetta, Giovanni, Maria e Nicola, hanno un legame profondo con la loro terra e la consapevolezza che la vera libertà non è assenza di limitazioni, ma la capacità di non arretrare mai di un solo passo. Il regista è giunto per la prima volta in Val D’Agri in occasione di un corso di teatro di Jacopo Fo e Mario Pirovano per le compagnie teatrali della zona. “Mi sono meravigliato – racconta Iacopo Patierno – la prima volta che ho girato l’alta Val D’Agri, non avevo idea che fosse così bella e ricca di natura e soprattutto di persone che, silenziosamente, non si arrendono alla ripetibilità della vita moderna e lottano per migliorare non solo la propria condizione, ma la concezione stessa del territorio, uno sforzo rivolto soprattutto verso i propri concittadini”. Entusiasta del suo lavoro, il regista spiega come “gli elementi visivi che trasportano lo spettatore sono le componenti naturali che circondano la Val D’Agri: il volo dei rapaci in picchiata verso la pianura; i cavalli liveri del D’Arago Ranch, sentiamo i loro zoccoli rincorrersi sull’erba, mentre Rodrigo è in cerca del tassello mancante nella propria vita”. Per il regista “c’è un legame costante tra i personaggi e l’ambiente nel quale sono inseriti, spesso la natura fa da eco alle loro emozioni”. “È un documentario – precisa Patierno – immersivo, abbiamo passato molto tempo con i protagonisti, il tempo necessario affinché la macchina da presa non fosse percepita come un filtro tra loro e la crew video, ma uno strumento con cui comunicare reciprocamente”. “Ogni personaggio, senza volerlo, ci ha indicato – aggiunge il regista – come essere ripreso, non è stato un confronto verbale ma una sinergia che ha accompagnato tutte le riprese. Ne risulta alla fine un film collettivo in cui personaggi e crew video trovano un terreno comune di dialogo e creazione”. 

Due Ma Non Due, prodotto da Jacopo Fo Film (Gruppo Atlantide) è stato realizzato nell’ambito del progetto CuoreBasilicata.it coordinato da Jacopo Fo e Bruno Patierno, con il sostegno di Eni e il patrocinio della Lucana Film Commission e di Comuni dell’area.
0

Appuntamenti

Il film documentario Man Kind Man (regia di Iacopo Patierno, produzione Jacopo Fo FilmGruppo Atlantide) dopo aver partecipato alla 24esima edizione di CinemAmbiente ed aver vinto il premio del pubblico al Biografilm Festival, va ora in tour nelle sale cinematografiche italiane.

Dopo il cinema Sereno di Brescia che lo ha avuto in programmazione a novembre, queste le prime date di dicembre, collegate alle rassegne “Il raggio verde” del Festival dei Diritti, “Italia che non si vede” di UccaArci, “A tutto schermo” della Rete degli Spettatori; 

1 dicembre, h. 19.00: TIVOLI, Cinema Teatro Giuseppetti, vicolo della Inversata 5

2 dicembre, h. 20.30: PAVIA, Cinema Politeama, corso Cavour 20

3 dicembre, h. 20.30: FIRENZE, Casa del Popolo di Settignano

13 dicembre, h. 21.00: MILANO, Cinema Palestrina, via Giovanni da Palestrina 7

Prossimamente Man Kind Man sarà anche all’Apollo 11 di Roma (in presenza del regista) e a Napoli.


Il soggetto del Film
Due tartarughe marine Caretta Caretta, spiaggiate nel litorale laziale, vengono trasportate d’urgenza all’ospedale delle tartarughe marine Anton Dohrn di Napoli. Mentre vengono curate, con la speranza di poterle liberare in primavera, nel golfo di Napoli Luca raccoglie della sabbia e cerca di pulirla dalla terra lasciata da una gara di motocross: è la materia con cui realizza i suoi quadri. Intanto Aniello entra nelle acque cristalline del fiume Sarno spingendo il suo kayak verso i primi scarichi abusivi e Franco, contemplando il mare, raccoglie due petali di plastica nella sabbia. 
Il cortocircuito che vede l’uomo causa dei problemi e, al contempo, agente risolutore degli stessi, è superato attraverso l’invito a una presa di coscienza sulla necessità di uno stato di empatia primordiale con la Natura.


Qui trailer, gallery immagini e poster del film
https://www.iacopopatierno.com/man-kind-man/

Man Kind Man è stato realizzato con il contributo della Regione Campania e della Campania Film Commission e il sostegno di RAI Cinema che ne ha acquisito i diritti per la trasmissione in chiaro sui canali Rai.

0

News


Italia Sicilia Gela, la web serie italiana più premiata nei festival internazionali, regia di Iacopo Patierno, dal 2022 potrà essere vista anche in tv dal pubblico statunitense e canadese sui canali di MHZ Networks. L’accordo con l’importante Media Company USA (che tra l’altro ha in esclusiva il Commissario Montalbano per il Nord America) è stato raggiunto dalla londinese Videoplugger ltd., Ceo Emanuele Galloni, a cui il Gruppo Atlantide ha affidato la distribuzione internazionale di Italia Sicilia Gela.
La notizia è di questi giorni e rappresenta un ulteriore riconoscimento per la web serie che è stata già premiata in festival di tante altre parti del mondo.


Attraverso 3 stagioni da 7 episodi ciascuna, la web serie racconta di Gela, una delle città più contradditorie d’Italia, attraverso le storie di altrettanti abitanti che danno uno spaccato insolito della percezione della città, descrivendo insieme le difficoltà da superare e le enormi opportunità offerte dal territorio e dalla storia. Gela è una metafora dei problemi e delle potenzialità della Sicilia e di tutta l’Italia. Da qui il nome della web serie “Italia Sicilia Gela”. La prima stagione ci ha fatto scoprire Gela attraverso storie esemplari di suoi abitanti, la seconda è stata centrata sulla sua grande cultura gastronomica, la terza su come ci si diverte a Gela. 

Tutte le stagioni sono disponibili gratuitamente su www.gelaleradicidelfuturo.com, il sito del progetto che Jacopo Fo srl (Gruppo Atlantide) sta realizzando con il coordinamento di Jacopo Fo e Bruno Patierno, il sostegno di Eni e il patrocinio del Comune di Gela.
0